Questo sito utilizza i cookie per fini analitici, di navigazione e pubblicitari. Continuando a navigare sul sito o facendo clic su "Accetto", acconsenti all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni

Regolamenti che potrebbero interessare il tuo affitto per brevi periodi

 

In molte città sono in vigore delle leggi che interessano gli affitti per brevi periodi. E molte di queste leggi prevedono la registrazione o la richiesta di una licenza o di un permesso prima di pubblicizzare la struttura. Il proprietario, inoltre, potrebbe essere responsabile della riscossione e del pagamento di alcune tasse. In alcune città, l’affitto per brevi periodi potrebbe essere addirittura vietato.

La responsabilità della scelta di pubblicizzare la tua struttura o di renderla prenotabile è tua. Perciò prima di pubblicizzare la tua struttura con noi o di consentire ai viaggiatori di prenotarla, dovresti controllare tutte le leggi in vigore. Qui di seguito trovi una panoramica su alcuni regolamenti previsti. L’elenco è solo a titolo esemplificativo e non ha alcun valore giuridico.

Seleziona una regione

 

America del Nord

Miami Beach, Florida
Per pubblicizzare la tua struttura con noi, Miami Beach richiede che tu abbia una licenza lavorativa (la Business Tax Receipt) e un certificato di registrazione della tassa resort.

Seattle, Washington
Chi affitta strutture per brevi periodi a Seattle deve riscuotere e pagare le tasse previste. Per maggiori informazioni sulle leggi che regolano l’affitto per brevi periodi, clicca qui.

Portland, Oregon
Portland prevede la registrazione con il municipio per poter affittare la propria casa. Per consultare l’ordinanza sulla tassa sugli affitti transitori (Transient Lodging Tax Ordinance) e quella sull’affitto per brevi periodi (Short-Term Rental Ordinance), clicca qui e qui. Per il certificato dell’autorità a riscuotere la tassa sugli affitti transitori (Certificate of Authority to Collect Transient Lodgings Tax), clicca qui.

Massachusetts
Secondo quanto previsto dall’ordinamento giuridico del Massachusetts, dobbiamo comunicarti di osservare tutte le leggi municipali, statali e federali, compresi la riscossione e il pagamento delle accise richieste. Inoltre, l’assicurazione standard per proprietari e affittuari potrebbe non coprire i danni alla struttura o i danni fisici a soggetti terzi che dovessero verificarsi nel corso di affitti per brevi periodi.

Contea di Miami-Dade (solo le aree non incorporate)
In base all’ordinanza della Contea di Miami-Dale che regola gli affitti per brevi periodi nelle aree non incorporate della contea, chi affitta la propria struttura per brevi periodi su siti come i nostri deve ottenere un certificato di utilizzo da parte della contea e deve attenersi agli altri requisiti previsti. Ti invitiamo a consultare i requisiti della contea per gli affitti per brevi periodi e a richiedere un certificato di utilizzo (clicca qui per maggiori informazioni). Tra i requisiti previsti dalla contea per gli affitti per brevi periodi ce ne sono alcuni riguardanti il numero massimo di ospiti, la residenza, l’obbligo di comunicare ai viaggiatori le leggi locali, quello di informare le associazioni dei proprietari di casa, il parcheggio, il divieto di affittare casa a persone colpevoli di reati sessuali e la sicurezza in piscina.
 

St. Paul, Minnesota
In base all’ordinanza di St. Paul che regola gli affitti per brevi periodi, chi affitta la propria struttura per brevi periodi su siti come i nostri deve ottenere un certificato di utilizzo da parte della città e deve attenersi agli altri requisiti previsti. Ti invitiamo a consultare i requisiti previsti dalla città per gli affitti per brevi periodi, qui e qui, e a richiedere una licenza qui.

Chicago, Illinois
In base all’ordinanza di Chicago che regola gli affitti per brevi periodi, chi affitta la propria struttura per brevi periodi su siti come i nostri deve ottenere un certificato di utilizzo da parte della città. Per maggiori informazioni sui requisiti previsti dalla città per gli affitti per brevi periodi, ti invitiamo a visitare il sito web del dipartimento per gli affari commerciali e la tutela del consumatore.

San Francisco, California
Gli affitti a San Francisco per periodi inferiori ai 30 giorni potrebbero essere soggetti al codice amministrativo della città, capitoli 37 e 41A. In base ai regolamenti, chi vuole affittare la propria casa deve avere una residenza fissa in città. In altre parole, il proprietario deve vivere in casa almeno 275 giorni all’anno, o il 75% dei giorni in caso di proprietà o affitto inferiore a un anno. I regolamenti prevedono anche: la registrazione presso il dipartimento di urbanistica della città di San Francisco prima dell’affitto; la riscossione e il pagamento delle tasse sui soggiorni transitori per tutti gli affitti per brevi periodi; la compilazione di moduli trimestrali riguardanti l’attività di affitto e le tasse pagate sulla base di quell’attività. Per maggiori informazioni su leggi e regolamenti locali, visita il portale della città di San Francisco dedicato agli affitti per brevi periodi. Per saperne di più sulla tassa sui soggiorni transitori, clicca qui.

Santa Fe, Nuovo Messico
Prima di pubblicizzare l’affitto della tua struttura devi consultare le leggi statali e locali che potrebbero essere in vigore. Gli affitti per periodi inferiori ai 30 giorni a Santa Fe, nel Nuovo Messico, potrebbero essere soggetti alla Sezione 14-6.2 del codice sulla zonizzazione della città (Land Use Development Code). Questi regolamenti definiscono i requisiti per l’affitto di unità residenziali in città. Chi affitta unità residenziali potrebbe dover ottenere un permesso o registrare l’unità presso gli uffici comunali. Il codice prevede degli altri requisiti riguardanti il numero massimo di ospiti che possono alloggiare nell’unità, il parcheggio e il rispetto dei codici in materia di salute, sicurezza e ambiente della città. Al proprietario potrebbero spettare la riscossione e il pagamento di tutte le tasse locali, statali e federali, compresa la tassa sugli affitti della città di Santa Fe (Lodgers’ Tax). Per maggiori informazioni sulle leggi comunali che regolano gli affitti per brevi periodi e per richiedere il permesso di affitto per brevi periodi, clicca qui.

Santa Monica, California
Il 12 maggio del 2015, il consiglio comunale di Santa Monica ha adottato l’ordinanza sulla condivisione di case (Home-Sharing Ordinance), che conferma il divieto di affittare intere unità come case vacanze. L’ordinanza legalizza anche l’affitto per brevi periodi di una parte della casa, nel caso in cui il proprietario vive al suo interno durante il soggiorno dell’ospite, e previo ottenimento della licenza commerciale da parte del proprietario stesso. Ai proprietari spetta inoltre la riscossione e il pagamento della tassa per soggiorni transitori (se non già riscossa e pagata dalla piattaforma di prenotazione).

Contea di Tuolumne, California
Prima di pubblicizzare l’affitto della tua struttura devi consultare le leggi statali e locali che potrebbero essere in vigore. Gli affitti per periodi inferiori ai 30 giorni nella contea di Tuolumne, in California, potrebbero essere soggetti alla tassa per soggiorni transitori della contea. Al proprietario potrebbe essere richiesta la registrazione dell’unità in affitto presso l’ente preposto alla riscossione delle tasse, l’ottenimento di un certificato di registrazione per soggiorni transitori e il rispetto di altri requisiti riguardanti notifiche e la conservazione dei documenti. Per maggiori informazioni, puoi consultare questo articolo sulla tassa per soggiorni transitori della contea.

Utah
Prima di pubblicizzare l’affitto della tua struttura devi consultare le leggi statali e locali che potrebbero essere in vigore. Gli affitti per periodi inferiori ai 30 giorni nello Utah potrebbero essere soggetti alla tassa per soggiorni transitori della contea (fino al 4,25%). La Utah State Tax Commission pubblica un elenco delle contee che prevedono il pagamento di una tassa per soggiorni transitori e del relativo importo; puoi consultarla qui. Per maggiori informazioni sulla tassa per soggiorni transitori, puoi visitare il sito web della Utah State Tax Commission cliccando qui.

Europa

Berlino, Germania
Ecco una panoramica sulle leggi in vigore a Berlino in merito all’utilizzo improprio di spazi abitativi:

  • In genere, gli spazi abitativi possono essere destinati ad altri utilizzi solo se il proprietario è in possesso dei requisiti richiesti. Ciò è valido, ad esempio, in caso di affitto della prima o seconda abitazione come casa vacanze, per uno o più giorni o per intere settimane.
  • In più, è previsto un limite di 90 giorni all’anno per l’affitto di seconde case.
  • Per pubblicizzare l’affitto della propria casa e farvi soggiornare degli ospiti, il proprietario ha bisogno di un numero di registrazione rilasciato dall’amministrazione distrettuale competente, che dovrà essere sempre esposto per ciascuna unità.

Quando pubblicizzi l’affitto della tua struttura con noi, ricordati di aggiungere il tuo numero di registrazione nell’apposito campo.  Per registrarti e per maggiori informazioni, visita il sito web della città di Berlino (in tedesco).

Parigi, Francia
Per pubblicizzare l’affitto della tua struttura con noi a Parigi devi avere un numero di registrazione.

  • Il numero di registrazione è un codice alfanumerico composto da 13 caratteri (11 numeri e 2 lettere). Se ne hai uno, ricordati di aggiungerlo nell’apposito campo.
  • Non potrai pubblicizzare la tua struttura con noi fino a quando non sarai in possesso di un numero di registrazione.
  • Per richiedere il tuo numero di registrazione e per saperne di più sui requisiti per l’affitto, visita il sito web del tuo governo.

Per maggiori informazioni, visita il sito web dedicato alle abitazioni a uso turistico a Parigi..

Portogallo
Sei in possesso di un numero di registrazione valido per l’affitto di case vacanze?

Noi operiamo nel completo rispetto dei requisiti legali nazionali, e invitiamo i nostri partner a leggere le relative informazioni a loro disposizione. In particolare:

  • NUOVO REGOLAMENTO SULLE SISTEMAZIONI LOCALI Il Decreto-legge no. 128/2014, modificato dal Decreto-legge no. 63/2015, regola il mercato delle sistemazioni locali in Portogallo e stabilisce il regime giuridico in vigore per questo tipo di attività. Il requisito principale stabilito da questo regolamento prevede la registrazione dello stabilimento tramite una semplice previa comunicazione attraverso il sistema unico elettronico (Balcão Único Electrónico). Le recenti modifiche al regolamento sulle imprese turistiche contenute nel Decreto-legge 80/2017 stabiliscono che per la pubblicazione su piattaforme elettroniche è obbligatorio il numero di registrazione nazionale (RNAL per le sistemazioni locali e RNET per le imprese turistiche). Per ottenere il numero di registrazione devi compilare un modulo di richiesta sul portale portoghese dei servizi al cittadino. Riceverai un numero di registrazione che poi dovrai aggiungere quando pubblicizzerai la tua struttura con noi.

Per maggiori informazioni, visita il portale portoghese dei servizi al cittadino.

Barcellona, Spagna
Noi operiamo nel rispetto delle normative sull’affitto delle case vacanza attualmente in vigore. Per pubblicizzare la tua struttura sulla nostra piattaforma devi inserire il numero di registrazione nell’apposito campo. Ti ricordiamo, inoltre, che il nostro contratto prevede che sia tua responsabilità rispettare tutte le leggi, le norme e i regolamenti in vigore per la tua attività di affitto.

Grecia
L’Articolo 111 della Legge 4446/2016 ha introdotto l’obbligo per i gestori/amministratori di strutture in affitto per brevi periodi di registrare ciascuna struttura nell’apposito registro dell’I.P.R.A. I gestori/amministratori che pubblicizzano la propria struttura in affitto su una piattaforma digitale devono mostrarne il relativo numero di identificazione. Ti ricordiamo che il numero di identificazione della struttura è unico anche in caso di pubblicazione su più piattaforme digitali. Per pubblicizzare la tua struttura sulla nostra piattaforma devi inserire il numero di identificazione nell’apposito campo.

Per maggiori informazioni, consulta questa pagina.

Murcia, Spagna
Ti ricordiamo che hai l’obbligo di ottenere un numero di registrazione per l’affitto della tua struttura per brevi periodi. Per pubblicizzare la tua struttura sulla nostra piattaforma devi inserire il numero di registrazione nell’apposito campo.    È tua responsabilità, inoltre, rispettare tutte le leggi, le norme e i regolamenti in vigore per la tua attività di affitto.

Italia
Prima di aggiungere la tua struttura sui nostri siti, devi confermare di svolgere il lavoro di Professionista Immobiliare e di gestire un’attività con un numero di partita IVA valido.